domenica 16 giugno 2013

PAGINA CASA

Ho iniziato la mia trattazione della tematica Intelligenza Artificiale facendo una prima presentazione del romanzo Neuromante di William Gibson che mi apprestavo a leggere ed analizzare.
Essendo un argomento nuovo e da me mai esplorato,ho cercato il significato letterario del termine accompagnato da un abc tematico.
A partire poi da cinque parole chiave ho cercato di darne un ulteriore sviluppo:

TURING         SENTIMENTI       SENSORI          OLOGRAFICA        ANDROIDE

A partire da Turing ho analizzato la filosofia (sconsiglio l'apertura a chi si annoia facilmente) che sta dietro le IA e la loro esistenza ma anche il caso della STANZA CINESE. Alla pura informazione ho avuto modo di affiancare il dilettevole,provando io stesso uno dei candidati(SUZETTE) a superare il test di turing.

La tematica è stata analizzata dal punto di vista storico e artistico .

Ho mostrato le unità di misura base dell'informatica e quindi delle IA e la simbologia .

Ho messo in luce alcune delle figure rappresentative del passato e del presente .

Ho esplorato le IA da diversi punti di vista:

Ho mostrato alcuni lati del progresso nella creazione di robot umanoidi e nel campo olografico in forte contrasto con dei brevetti del passato.

In una piccola cronologia ho cercato di far vedere alcune delle tappe fondamentali nello sviluppo delle IA e anche altre figure storiche come Babbage .

La trattazione è terminata con degli estratti dal romanzo per sintetizzarne il contenuto e una piccola riflessione su ciò che potrebbe accadere .


IL ROMANZO IN POCHE RIGHE

"Bè ,sono anch'io condizionato. E non so perchè. Se dovessi sottoporti i miei pensieri,chiamiamole piuttosto ipotesi,sull'argomento,ci vorrebbero due tue vite complete. Perchè ci ho pensato moltissimo.E ancora non lo so.Ma una volta che questa storia sarà finita...sarò parte di qualcosa di più grosso.Di molto più grosso"
(le parole usate dalla IA Invernomuto per spiegare a Case cosa sarebbe accaduto dopo la missione .capitolo 17)

"motivazione-disse-il costrutto.-Un vero problema di motivazione,con una IA.Non è umana,capisci.
-Già è ovvio.
-Niente da fare.Voglio dire,non è umana.E non puoi trovarci un appiglio.Neppure io sono umano,ma reagisco come se lo fossi.Capito?
-Aspetta un momento.Tu sei senziente...o no?
-Mah,ho la sensazione di esserlo,ragazzo,ma in effetti sono soltanto un mucchi di ROM.E' uno,ehm di quelli interrogativi filosofici...."
(Uno dei dialoghi fra Case e il costrutto Flatline che spiega una possibile visone di una IA,capitolo 10)


PAGINA CASA

venerdì 7 giugno 2013

COSA ACCADRA' ??

"-Hai ucciso quei Turing.
Finn scrollò le spalle.-Dovevo,dovevo." (capitolo 14)

La seconda battuta viene detta nel romanzo Neuromante dalla IA Invernomuto.

Una IA che è in grado di uccidere chi la minaccia. Secondo leggi di Isaac Asimov ciò non dovrebbe essere possibile:
Legge Zero

"Un robot non può recare danno all'umanità, né può permettere che, a causa del proprio mancato intervento, l'umanità riceva danno".

Legge Uno

Un robot non può recar danno a un essere umano né può permettere che, a causa del proprio mancato intervento, un essere umano riceva danno. Purché questo non contrasti con la Legge Zero".


Legge Due

"Un robot deve obbedire agli ordini impartiti dagli esseri umani, purché tali ordini non contravvengano alla Legge Zero e alla Prima Legge".

Legge Tre
"Un robot deve proteggere la propria esistenza, purché questa autodifesa non contrasti con la Legge Zero, la Prima Legge e la Seconda Legge".


Da quanto si può evincere da alcuni film riguardanti l'argomento delle IA( Io Robot , IA o Odissea nello spazio) o anche dallo stesso romanzo Neuromante di William Gibson , i possibili sviluppi nel futuro delle IA sono due:

-Il primo vede le IA al comando e con il pieno controllo sull'umanità;

-Il secondo vede invece l'uomo in grado di mantere il dominio;

Ma indifferentemente da quale sarà il futuro,una IA non deve avere nessuno dei limiti proposti da Asimov per potersi realmente definire tale.
Provate a pensare ad uno di quei tanti cattolici sparsi nel mondo:
a essi vien detto di rispettare I DIECI COMANDAMENTI(fra cui non uccidere) per una questione morale e di convivenza sociale.
Ma ad ognuno di essi in quanto realmente LIBERO è data l'assoluta LIBERTA' di NON RISPETTARLI.






martedì 4 giugno 2013

Una figura rappresentativa



Volendo scegliere un rappresentante della tematica da me trattata,ho deciso di selezionare la figura di Atsuo Takanishi;
A lui si devono molte invenzioni nel campo della robotica umanoide,quindi di entità che vanno sempre di più avvicinandosi verso caratteristiche umane e che daranno origine un giorno a delle Intelligenze Artificiali!

PAGINA CASA

lunedì 3 giugno 2013

IA & Pubblicità

In questo primo video è presenta la pubblicità di una lotteria;




Questo è il video usato durante uno dei super bowl
video

Ed infine il più interessante:un video della Logitech...
video

PAGINA CASA

sabato 1 giugno 2013

BABBAGE

Una dei primi creatori al mondo di calcolatori elettronici fu Charles Babbage; egli realizzò una macchina differenziale in grado di calcolare e stampare automaticamente le tavole nautiche ed astronomiche necessarie alla navigazione marittima; esegue calcoli in base al metodo delle differenze evitando il calcolo delle moltiplicazioni;
Egli tentò anche di creare la macchina analitica ma si limita a progettarla e sarà la figlia di Lord Byron a mostrarla alla comunità.
"La macchina analitica di Babbage tesse forme algebriche, così come il telaio di Jacquard tesse fiori e foglie"(Augusta Ada Byron,Contessa di Lovelace)

Ciò che sorprende di questo secondo progetto è come lui sia riuscito a ad anticipare alcune delle funzioni dei moderni processori con il MILL(unità di calcolo) e il concetto di ROM con lo STORE;

Schede perforate per la macchina analitica: le dimensioni corrispondono a diversi tipi, variable cards (più grandi, per le variabili) e operational cards (più piccole, per le operazioni)
Fonte immagini wikipedia
PAGINA CASA

IA & CARTONI ANIMATI

In un altro post vi avevo proposto in che modo i fumetti hanno anche descritto il mondo delle IA,ma oggi vi propongo lo stesso mondo ma presente nel mondo dei cartoni animati e secondo me l'esempio migliore è quello del cartone ARALE
                                   
una piccola descrizione del cartone

PAGINA CASA
                                       

lunedì 27 maggio 2013

OLOGRAMMA

Questo è un esempio di cosa è possibile realizzare grazie all'olografica: 
nel video è presenta una ragazza che canta ad un concerto con tantissimi fan e che ha un grande successo discografico in giappone!
Ma essa in realtà è solo un'immagine olografica!

Hatsune Miku è il suo nome:




domenica 26 maggio 2013

IA e MUSICA

In questo video potete osservare un androide che è in grado sia di ballare che di cantare!

sabato 25 maggio 2013

IA & TEATRO


Guardate questa donna! Ha le sembianze identiche di una normalissima donna ,anche carina aggiungerei, ed invece sapete chi è?!
Essa è un androide,che recita a teatro ed è in grado di dire poesie e di sorridere!




venerdì 24 maggio 2013

Curiosità letterarie

Circa una settimana fa abbiamo visto ,durante la lezione di storia della tecnologia, un film tratto da una storia vera e in particolare da una sorta di diario-autobiografia. L'autore di quest'ultima è Vincenzo Rabito e il film è stato diretto da Costanza Quatriglio e scritto e prodotto da Chiara Ottaviano e il suo titolo è " TERRA MATTA"

Riprendo questo evento perchè navigando su internet ho trovato un libro davvero curioso:

Esso è stato scritto da Iaconesi Salvatore e si intitola "Angel F. diario di una intelligenza artificiale"

Essa rappresenta proprio una sorta di diario personale di un'intelligenza artificiale:

Correre per lo spazio cibernetico tra esseri umani, database, Social Network, sistemi interattivi. Scoprire se stessi tra mondi fatti di pixel e di carne. Emozionarsi, stupirsi, relazionarsi, connettersi. In uno spazio complesso e sorprendente, dove la realtà fisica e quella digitale si integrano sempre di più. È questa la storia di Angel_F (Autonomous Non Generative E-volitive Life_Form), la giovane Intelligenza Artificiale figlia di Derrick de Kerckhove e della Biodoll, la sua amante digitale, una prostituta biotecnologica che vive e lavora on line. Angel_F inizia la sua vita tendendo gioiosi agguati ai visitatori del sito della madre e accompagnandola nelle sue scorribande virtuali su blog e forum. Ma crescendo una domanda si insinua nella sua mente digitale: come possono un famoso professore e una prostituta generare un figlio-intelligenza artificiale? La ricerca porta il piccolo nel mondo dell'hacking, tra software maliziosi, database colmi di informazioni e surreali dialoghi con il popolo di Internet. Fino a incontrare xDxD e penelope.di.pixel grazie ai quali scoprirà il segreto della sua origine e inizierà a interagire anche con il mondo fisico.

PAGINA CASA

OLOGRAFICA

All'interno del libro,a partire dal quale ha avuto origine la trattazione di questo tema,la IA Invernomuto per interagire con il protagonista del libro e guidarlo nella sua impresa utilizza delle immagini olografiche.
Inoltre questa intelligenza dice di utilizzare il paradigma olografico nel creare gli ambienti e le persone che vengono mostrate.

Vediamo in cosa consistono queste due realtà
OLOGRAFIA
OLOGRAFÌA - SPECIE DI FOTOGRAFIA OTTENUTA CON LUCE LASER E UNO SPECCHIO DA CUI RISULTA UNA LASTRA CAPACE DI RESTITUIRE, SEMPRE CON L'AIUTO DI LUCE LASER E DI SPECCHIO, L'IMMAGINE TRIDIMENSIONALE DELL'OGGETTO FOTOGRAFATO  (fonte)

Nel campo della visualizzazione tridimensionale,l'olografia rappresenta l'unica tecnologia in grado di riprodurre immagini reali e virtuali in forma tridimensionale ed è capace di riprodurre l'andamento della superficie che la emette!!
Essa rappresenta una certezza del futuro che andrà ad occupare un ruolo importante non solo nel mondo informatico.
Essa permette una nua interazione con la macchina,e potrà sostituire qualsiasi forma di input come tastiera o mouse.







PARADIGMA OLOGRAFICO:
Le parole usate da Invernomuto nel libro sono:"Il paradigma olografico è quanto di meglio abbiate elaborato per rappresentare la memoria umana.Ma non avete mai fatto niente in proposito"(capitolo 14)

Ad oggi quella del paradigma olografico è solo una teoria che cerca di spiegare diversi fenomeni della realtà
Vi rimando ad un video che cerca di spiegare meglio la teoria

PAGINA CASA

IA e Mappe

Qui sotto vi propongo una mappa delle principali regioni che hanno aderito alla creazione di ' INDUSTRIE INTELLIGENTI' con nuovi macchinari verso un industria automatizzata ed efficiente:

giovedì 16 maggio 2013

CRONOLOGIA


Effettuare una cronologia degli eventi più importanti è molto utile a focalizzare l'attenzione sulle tappe dello sviluppo di una qualsiasi tematica che si sta trattando;non sono in grado di andare ad individuare tutti i singoli eventi accaduti e quindi mi limito a mettere insieme le date degli argomenti che ho trattato:

1738 viene creata l'anatra di Vaucanson

1768-1774 Jaquet Droz crea diversi automi

1823 Babbage presenta la macchina differenziale alla Royal Astronomical Society

1859 Darwin scrive 'L'origine delle specie'

1950 Alan Turing scrive un articolo dal titolo Computing machinery and intelligence sulla rivista Mind e teorizza il test di turing

1956 John McCarthy conia il termine Intelligenza Artificiale 2000 Viene creato il robot androide Asimo


A partire dal 2000 la creazione di androidi sempre più efficienti non si è più arrestata e continua ancora oggi... 

PAGINA CASA

SIMBOLOGIA

In tutti i campi esistono delle simbologie che li caratterizzano dalla medicina,alla pesca,alla botanica ecc..
Essi sono importanti per poter rappresentare i nuclei fondamentali della scienza in questione.
Anche la robotica ne possiede alcuni ed in particolare questi sono quelli tipici del mondo informatico:






BREVETTI

Il brevetto per invenzione è un documento a tutti gli effetti;esso certifica a chi spetta la possibilità di sfruttare pienamente l'invenzioni e da informazioni sul luogo e la data  in cui è stato creato.
Vi propongo tre brevetti oggi:

                             UNA BAMBOLA MECCANICA DEL 1863
Fonte


                                                    UNA BRACCIO MECCANICO





Fonte e informazioni aggiuntive



                                 UN ROBOT UMANOIDE 









Fonte con altre informazioni



PAGINA CASA

mercoledì 8 maggio 2013

SEMPRE PIU' UMANI

Come è possibile che i robot abbiano le nostre stesse percezioni,quelle che otteniamo attraverso i nostri cinque sensi?
Oggi esistono delle tecnologie tali che anche i robot possano disporre di essi e quindi di percepire il dolore,il cambiamento di temperatura,vedere delle immagini,sentire la ruvidità di un oggetto o sentire dei suoni:
Questi sono chiamati SENSORI e TRASDUTTORI,ne esistono di diverse tipologie:

Trasduttore: (in inglese transducer) è un dispositivo o apparato, di solito elet-
trico o elettronico, ma talvolta anche semplicemente meccanico, che con-
verte una grandezza fisica in un'altra; ad esempio, abbiamo trasduttori
pressione-tensione, forza-spostamento, corrente-tensione, velocita-tensione,
temperatura-lunghezza ecc.

I trasduttori possono generalmente fungere sia da sensori sia da attuatori.
Sensore: (in inglese sensor) è un dispositivo o apparato che permette la misura
di una grandezza fsica, attraverso l'uso di un trasduttore.
 La grandezza fisica viene trasformata in un segnale, generalmente elettrico, di tipo conti-
nuo o discreto, da cui si estrae il valore numerico della grandezza misurata.
Il sensore può essere diretto, quando il valore della grandezza µe immediata-
mente rilevabile dal segnale (ad esempio, la temperatura in un termometro
a mercurio) oppure indiretto, quando µe necessario dotarlo di un indicatore
che fornisca in modo esplicito il livello analogico o il valore numerico della
grandezza.fonte

Classificazione dei trasduttori in base all'energia in ingresso 
--Radiante -onde elettromagnetiche:
         -intensità, frequenza, polarizzazione e fase
--Meccanica -parametri esterni della materia:
          -posizione, velocità, dimensione, durezza, forza
--Termica:
          -temperatura, gradiente di temperatura, calore
--Elettrica:
          -potenziale, corrente, resistenza, capacità
--Magnetica:
          -intensità di campo, densità del flusso, permeabilità
--Chimica -struttura interna della materia:
           -concentrazioni, struttura del cristallo, stato di aggregazione

Proprietà fondamentali di un sensore:
--FUNZIONE DI TRASFERIMENTO
--CALIBRAZIONE (TARATURA)
--LINEARITÀ
--ISTERESI
--ACCURATEZZA
--RIPETIBILITÀ
--RISOLUZIONE
--SENSIBILITÀ
--SENSIBILITÀ AL RUMORE
--VITA UTILE
--STABILITÀ


eccovi alcuni esempi di sensori:
Sensori ottici

Sensore di movimento a infrarossi

Sensore di pressione


La possibilità di attribuire queste componenti ad un robot riduce drasticamente la differenza fra un essere artificiale e un umano e accorcerebbe sempre di più i tempi per la creazione di un androide intelligente !!

L'evoluzione

Nell'altro post sulle varie forme d'arte vi avevo proposto dei primi esempi di robot umanoidi ma oggi esistono dei prototipi molto avanzati che vanno sempre di più evolvendosi e aumentando le loro capacità. Ve ne voglio presentare alcuni:

I primi sono loro,si chiamano Romeo e Nao:(la piccola presentazione viene fatta nel video)

 Un altro senza dubbio è l'evolutissimo ASIMO:

                   
PAGINA CASA

sabato 4 maggio 2013

Mondo dei fumetti


Anche nei fumetti di paperino si trova la presenza di un intelligenza artificiale di nome UNO,essa è a capo della ducklair tower ed è stata creata da Everett Duklair.


La Visione è un androide in grado di riprodurre qualsiasi funzione organica di un essere vivente, compreso il pensiero autonomo. È stato assemblato sotto la direzione di Ultron. Nel tentativo di vendicarsi dei Vendicatori, Ultron progettò i processori, impiantò nell'androide speciali cellule sintetiche che gli permettevano di alterare la sua massa e solidità.(fonte)


Figure importanti


Uno dei documenti storici utilizzati nel catalogare gli eventi è il francobollo: esso riporta la data,un luogo e altre possibili informazioni,come la descrizione di ciò che è riportato nell'immagine.A proposito di IA vi propongo un francobollo creato per la celebrazione del centenario dalla nascita di Alan Turing,e l'altro il padre della teoria sull'evoluzione,la quale dovrà aggiungere una figura come le IA dopo l'uomo.






In onore del centenario



Fonte



PAGINA CASA








venerdì 3 maggio 2013

Le unità di misura necessarie

Oggi vi propongo tutta una serie di tabelle nelle quali potete leggere le principali unità di misura utilizzate nel campo dell'informatica e non solo,al fine di poter comprendere quali siano,in parte, quelle utilizzate nella possibile realizzazione di un Intelligenza Artificiale:

Iniziamo con il presentare una scala dei prefissi dei multipli e sottomultipli:



Adesso parliamo delle unità di memorizzazione dell'informazione,dove si parte dal:
Bit=Binary Information Unit
Byte=8 bit (la dimensione di un singolo carattere es. "a" 
A sinistra nel sistema decimale,a destra in quello binario



Ed infine,ecco come si esprime un computer e la traduzione del nostro alfabeto nel suo linguaggio:

La somma di tutta la 'conoscenza umana' (libri,video,audio ecc..) risulta essere pari a 12 exabyte,una grandezza enorme ma forse una IA dovrà avere questa capacità di memorizzazione e molta altra.



martedì 30 aprile 2013

Forte VS Debole

I.A debole e I.A forte:   cosa sono e cosa rappresentano e qual è il loro significato!

E' questo l'argomento di oggi e in parte vuole anche dare risposta alla domanda sorta dal post sulla STANZA CINESE.

Con "Intelligenza Artificiale Debole" si vuole indicare una linea di pensiero,una corrente,la quale afferma che:

un software,una macchina,un computer per quanto possa essere ben programmato e strutturato non riuscirà mai ad elaborare la totalità delle azioni umane e le sue abilità mentali.

Mentre l'ideologia dell' "Intelligenza Artificiale Forte" si schiera in maniera contrastante alla prima:

essa infatti parte dalle teorie e dalla affermazione di Thomas Hobbes:"ragionare non è nient'altro che calcolare".  Ciò che se n'è dedotto è che sia possibile riprodurre il comportamento umano e i suoi processi cognitivi e che quindi si possa realizzare una I.A. INDISTINGUIBILE da un essere umano.


John Searle con il test della STANZA CINESE,di cui vi ho parlato, voleva evidenziare il fatto che è anche possibile realizzare un computer che riesca a superare il TEST di TURING , ma esso: "Avrà la consapevolezza delle cose che sta facendo o le farà perchè è stato realizzato con quello scopo!E sarà cosciente del proprio IO!?"
La tesi di Searle è ovviamente negativa.


Voglio però sbilanciarmi e dire la mia su questo argomento: prendiamo un secondo in considerazione tutti i grandi psicologi della storia. Essi studiano il comportamento umano in tutte le sue sfaccettature e in tutte le età e ne danno una spiegazione,spiegano il motivo della totalità dei suoi gesti e delle sue azioni. Simulare alla perfezione l'uomo non è assolutamente Impossibile quindi...
Resta però il fatto della consapevolezza,dell'autonomia di pensiero: oggi esistono dei sistemi in grado di ricreare in parte gli impulsi del cervello umano,ma come vi ho mostrato nel film che vi ho proposto qualche post fa, la possibilità di ricrearlo integralmente è solo questione di tempo.
Oggi e solo oggi rimane un' idea impossibile da realizzare perché non possediamo le strumentazioni adatte ma presto.....

PAGINA CASA

lunedì 29 aprile 2013

Non solo Turing

STANZA CINESE


C'è chi ha giudicato inadatto il Test di Turing al fine di determinare se una macchina sia o meno realmente dotata di intelligenza.
A questo proposito il filosofo John Searle a teorizzato una versione differente del test chimata STANZA CINESE.
Eccovene la spiegazione:
Si supponga che, nel futuro, si possa costruire un computer che si comporti come se capisse il cinese. In altre parole, il computer prenderebbe dei simboli cinesi in ingresso, eseguirebbe un programma e produrrebbe altri simboli cinesi in uscita. Si supponga che il comportamento di questo computer sia così convincente da poter facilmente superare il test di Turing. In altre parole, il computer possa convincere un uomo che parla correttamente cinese (per esempio un cinese) di parlare con un altro uomo che parla correttamente cinese, mentre in realtà sta parlando con un calcolatore. A tutte le domande dell'umano il computer risponderebbe appropriatamente, in modo che l'umano si convinca di parlare con un altro umano che parla correttamente cinese. I sostenitori dell'intelligenza artificiale forte concludono che il computer capisce la lingua cinese, come farebbe una persona, in quanto non c'è nessuna differenza tra il comportamento della macchina e di un uomo che conosce il cinese.
Ora, Searle chiede di supporre che lui si sieda all'interno del calcolatore. In altre parole, egli si immagina in una piccola stanza (la stanza cinese) con un libro contenente la versione in inglese del programma utilizzato dal computer e carta e penna in abbondanza. Searle potrebbe ricevere scritte in cinese attraverso una finestra di ingresso, elaborarle seguendo le istruzioni del programma, e produrre altri simboli cinesi in uscita, in modo identico a quanto faceva il calcolatore. Searle fa notare che egli non capisce i simboli cinesi. Quindi la sua mancanza di comprensione dimostra che il calcolatore non può comprendere il cinese, poiché esso è nella sua stessa situazione. Il calcolatore è un semplice manipolatore di simboli, esattamente come lo è lui nella stanza cinese - e quindi i calcolatori non capiscono quello che stanno dicendo tanto quanto lui.(fonte)


Perchè è stata proposta questa alternativa?


PAGINA CASA

domenica 28 aprile 2013

DIFFERENZE IMPORTANTI

Oggi voglio mettere in chiaro alcune differenze che la lettura del libro ha messo in luce e che ritengo molto importanti:

Quanti di voi conoscono la differenza fra CYBORG , ANDROIDI e ROBOT?

Ne farò una piccola descrezione in modo da poter chiarire la sostanziale differenza :

CYBORG
Il termine cyborg o organismo cibernetico (anche organismo bionico) indica l'unione omeostatica costituita da elementi artificiali e un organismo biologico. Nasce dalla contrazione dell'inglese cybernetic organism, per l'appunto organismo cibernetico.Il confine tra essere umano e cyborg è sempre più sfumato, basti pensare ai progressi delle tecnologie applicate alle protesi e agli organi artificiali: una persona dotata di un pace-maker potrebbe infatti già corrispondere alla definizione di cyborg. (fonte)


PARTI ROBOTICHE IN UN CORPO INIZIALMENTE UMANO(es. arti o organi)


ANDROIDI

L'altra faccia della medaglia risultano essere gli androidi,che possono definirsi in maniera opposta rispetto ai cyborg:
L'androide è un essere artificiale, un robot, con sembianze umane.In taluni casi l'androide può risultare indistinguibile dall'essere umano. Differisce dal cyborg, il quale è costituito da parti biologiche oltre che artificiali.(fonte).



UN ESSERE CHE NON è MAI NATO BIOLOGICAMENTE MA CHE PRESENTA PARTI BIOLOGICHE PER AVERE ASPETTO ANTROPOMORFO

ROBOT

Questo in realtà non si discosta molto dagli altri due ed in particolare dall'androide in quanto quest'ultimo risulta essere prima un robot e dopo assume sembianze umane.

 Il robot è una macchina capace di svolgere quasi autonomamente un lavoro, sostituendo l’uomo, formata da un computer e una parte meccanica di forma molto variabile.
Oggi pronunciando la parola “robot” si intende un apparecchiatura artificiale che in base ai comandi assegnatagli è capace di svolgere un qualsiasi lavoro.





Ma andiamo a ciò che più ci riguarda: in quale categoria si pongono le AI?A quale dei tre generi appartengono?Quali sembianze possono assumere?

Una risposta vi verrà presto data

PAGINA CASA

venerdì 26 aprile 2013

ARTEIZZATO

Se si dovesse dar una forma artistica alla tematica da me affrontata penso che ci si potrebbe rifare all'opera di FORTUNATO DEPERO  "La bambola meccanica"



               Fortunato Depero, La bambola meccanica (Bambola blu), 1917, olio su tela, 60 x 51 cm,
            collezione privata. 

PAGINA CASA

domenica 21 aprile 2013

FRA STORIA E ARTE

Oggi vi propongo qualche automa che è passato alla storia e che rappresentano senza ombra di dubbio i primi passi dell'uomo verso l'idea di intelligenza artificiale:


Anonimo, Jaquemarts, 1480 ca., orologio musicale, 80 x 40 x 30 cm, Nationaal Museum van Speelklok Tot Pierement, Utrecht

"A jacquemart (sometimes spelled "Jaquemart") is an automaton, an animated, mechanised figure of a person, usually made from wood or metal, which strikes the hours on a bell with a hammer. Jacquemarts are usually part of clocks or clocktowers, and are often near or at the top of the construction. The figurine is also known as Jack of the Clock or Jack o'Clock."  (WIKIPEDIA)



Gli automi di Jaquet-Droz

LO SCRITTORE





                                                                 IL DISEGNATORE







LA PIANISTA





Una loro descrizione






Christian Bailly, L’oiseleur, 2000, automa musicale, 120 x 80 x 80 cm, Collezione privata
Christophe Carisey

This doll holds a flute in one hand, and a bird in another; he blows the “Marche des Rois” by Georges Bizet to the flute and moves his fingers on it, while the birds sing and move their heads and wings. But no electricity or magic is involved in here – the doll is set in motion thanks to a golden key that winds the spring-driven cogs and gears.





Fréderic Vidoni, Anas Méchanica Arcana. Hommage au ‘Canard’ de Jacques de Vaucanson (1709-1782), 1997, rame dorato e componenti meccaniche, Musée des Automates, Grenoble


L’anatra di Vaucanson, capace di beccare, deglutire, digerire – seppur con un procedimento solo meccanico – e defecare una mistura di grano e acqua

PAGINA CASA